AMC

LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARA LEGITTIMI I REGOLAMENTI EDILIZI TIPO

Corte Costituzionale, sentenza 26 maggio 2017, n° 125
Con la sentenza qui pubblicata la Corte Costituzionale, adita da ricorsi promossi dalla Regione Puglia e dalla Provincia autonoma di Trento, ha affermato che il Regolamento Unico Edilizio nazionale, conseguente alla conferenza unificata Stato – Regioni del 26 ottobre 2016 ed emanato in attuazione del comma 1 sexies dell’art. 4 del D.P.R. 6 giugno 2001, n° 380 -Testo Unico dell’Edilizia- è conforme ai principi costituzionali e non lede le prerogative regionali. Questa normativa è stata commentata diffusamente dall’Avv. Massimo Carlin nel recente testo pubblicato dalla casa editrice Giuffrè.

Ricerca


Inserisci chiavi di ricerca all'interno del form e segui i suggerimentii

Risorse:

Clicca per scaricare gli allegati al testo.

Sezione / Materie:

L'articolo è pubblicato nella sezione: casi di studio (15)

Diritto Amministrativo:

permessi e assensi (32) - autorizzazioni (27)

Diritto dei Beni Immobili:

edilizia (42) - urbanistica e territorio (30) - permessi (20) - dia-scia (20) - attività libera (11)

Clicca per visualizzare gli articoli della materia

Parole chiave:

Parole chiave associate all'articolo. Clicca per navigare i contenuti associati

conferenza (2) - Corte Costituzionale (5) - edilizio (9) - regolamento (4) - stato - regioni (2) - unico (4)