AMC

PARCHEGGI AEROPORTUALI, SUBCONCESSIONI E RITO SPECIALE

T.A.R. Veneto, Sez. I^, ordinanza 20 aprile 2017, n° 384
Con l’ordinanza qui pubblicata il T.A.R. Veneto, pronunciando in via interlocutoria nell’ambito di una controversia -patrocinata da questo Studio sulla base dei motivi dedotti dall’Avv. Massimo Carlin- avente ad oggetto la subconcessione delle aree demaniali interne agli Aeroporti di Venezia e Treviso e l’obbligo di gara per la Società concessionaria, equiparata ad un organismo di diritto pubblico, ha stabilito che, quantomeno per ciò che concerne l’impugnazione dei contratti di subconcessione intercorsi tra la concessionaria statale ed una Società privata, è applicabile il rito speciale per gli appalti di cui agli artt. 119 e 120 Cod. Proc. Amm., con il conseguente dimezzamento dei termini processuali. L’incertezza della tematica rispetto al caso concreto ha, peraltro, legittimata la rimessione in termini per il deposito di documenti e atti in base al principio dell’errore scusabile.

Ricerca


Inserisci chiavi di ricerca all'interno del form e segui i suggerimentii

Risorse:

Clicca per scaricare gli allegati al testo.

Sezione / Materie:

L'articolo è pubblicato nella sezione: casi di studio (15)

Diritto Amministrativo:

processo amministrativo (49) - concessioni amministrative (23) - contratti pubblici (22) - concorsi e gare (20) - appalti (20) - concorrenza (13) - servizi (9) - trasporti (3)

Clicca per visualizzare gli articoli della materia

Parole chiave:

Parole chiave associate all'articolo. Clicca per navigare i contenuti associati

errore scusabile (1) - gara pubblica (11) - parcheggi aeroportuali (2) - rito speciale appalti (1) - subconcessione demaniale (2)