Chiave di ricerca: amministrativa

L’ORDINE DI DEMOLIZIONE DEL GIUDICE PENALE E’ SANZIONE AMMINISTRATIVA

Corte Suprema di Cassazione, Sez. III^ penale, sentenza 10 marzo 2016, n° 9949
Con la pronuncia qui pubblicata la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui la sanzione della demolizione, conseguente ad una sentenza accertativa di abuso edilizio, riveste il carattere della sanzione amministrativa che assolve ad un’autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso e configura un obbligo di fare imposto per ragioni di tutela del territorio.

RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA E CORTE DEI CONTI

Tribunale di Padova, Sez. II^ civile, sentenza 16 febbraio 2016, n° 598
Nel procedimento definito con la sentenza qui pubblicata, nel quale un Avvocato dello Studio difendeva un’Amministrazione Comunale, il Giudice ha accolto l’opposizione del Comune e revocato il Decreto Ingiuntivo che un Avvocato aveva ottenuto nei confronti del Comune stesso per il pagamento di prestazioni professionali che gli erano state conferite dal Sindaco di quel Comune personalmente -il conferimento è ancor degli inizi del decennio scorso- e non attraverso regolari deliberazioni d’incarico ed impegni di spesa, sul presupposto di reali e dimostrate necessità dell’Ente.

RISARCIMENTO DEL DANNO DA “ATTO POLITICO” DI REVOCA

Sentenza T.A.R. Piemonte, Sez. II^, 2 maggio 2015, n° 746
La pronuncia in questione, innanzitutto, si richiama ad una precedente decisione che aveva dichiarato illegittima la revoca da assessore comunale del ricorrente. E tale illegittimità era stata pronunciata perchè anche un atto di revoca da una carica politica è soggetto al controllo di legittimità

IL CONTRIBUTO UNIFICATO ALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA

Ordinanza T.A.R. Trento n° 23/2014 del 29 gennaio 2014

L’interessantissima Ordinanza del T.A.R. Trentino Alto Adige – Sezione Trento che qui pubblichiamo ha rimesso alla valutazione della Corte di Giustizia Europea la normativa concernente il contributo unificato per i ricorsi amministrativi -ed in modo particolare quelli in tema di appalti pubblici- con riferimento ai principi comunitari di effettività della tutela giudiziaria, di buon andamento della P.A. e di parità di trattamento, sospendendo conseguentemente il giudizio. Si tratta di una pronuncia di estremo rilievo che va segnalata e tenuta in grande considerazione perché affronta una tematica che oramai da anni sta attanagliando la Giustizia Amministrativa.