Chiave di ricerca: annullamento

PARERE DELLA SOPRINTENDENZA SULLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE

Consiglio di Stato, Sez. VI^, sentenza 4 maggio 2015, n° 2215
Nel caso trattato dalla sentenza qui pubblicata era stato impugnato l’annullamento da parte della Soprintendenza di un’autorizzazione paesaggistica rilasciata dal Comune. La parte ricorrente contestava la genericità della motivazione e la sovrapposizione delle valutazioni dell’Organo statale rispetto a quello delegato locale.

ESAME DEI MOTIVI DA PARTE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO

Consiglio di Stato – Adunanza Plenaria, sentenza 27 aprile 2015, n° 5
Con la sentenza pubblicata l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato ha affrontato il tema dell’ordine di esame dei motivi da parte del Giudice Amministrativo, sulla base della prospettazione della Parte, muovendo da orientamenti diversificati dello stesso Giudice Amministrativo, uno dei quali sosteneva che il Giudice, in ossequio al superiore principio di economia dei mezzi processuali ed a quello del rispetto della scarsità della risorsa – giustizia.

ANNULLAMENTO DELL´AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Sentenza Cons. Stato, Sez. VI^, 27 novembre 2012, n° 5977
Il provvedimento con cui l´Organo delegato abbia rilasciato l´autorizzazione paesaggistica per un determinato intervento di modifcazione del territorio può essere annullato dall´Organo statale periferico -Soprintendenza- quando questo sia in possesso di tutti gli elementi di fatto e degli atti rilevanti, quali i progetti, le analisi, le relazioni e quanto allegato alla pratica edilizia, dato che prima di questa conoscenza l´Organo non ha gli elementi indispensabili per esercitare il proprio potere.

ANNULLAMENTO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE

Sentenza T.A.R. Veneto, Sez. II^, 7 novembre 2012, n° 1347
Nell´ambito della legislazione urbanistica della Regione Veneto è contenuto il principio, ritenuto legittimo dalla sentenza qui pubblicata, secondo cui il Presidente della Provincia, ancorché Organo politico, ha il potere di annullare i permessi di costruire illegittimi, benché questi siano stati rilasciati da una struttura tecnica. Questo potere non viola il principio di separatezza tra funzioni politiche e gestionali-amministrative, dato che lo stesso art. 39 del T.U.E. n° 380/2001 ha attribuito alla Regione il potere di annullamento di titoli edilizi illegittimi comunali -nel Veneto, poi, questo potere è stato delegato alle Province.

SOSPENSIONE DELL´EFFICACIA DELL´ATTO AMMINISTRATIVO

Sentenza Cons. Stato, Sez. V^, 18 dicembre 2012, n° 6507
La Pubblica Amministrazione può sospendere cautelativamente e temporaneamente gli effetti di un provvedimento che presenti aspetti di illegittimità o inopportunità, sopratutto quando siano necessarie approfondite attività istruttorie per verificare la fondatezza degli asseriti vizi e la scelta migliore da compiere sull´atto. Questo potere cautelare, tuttavia, dev´essere esercitato solo in presenza di vizi facilmente riconoscibili e secondo il principio di proporzionalità, nel senso che se l´atto amministrativo coinvolge una pluralità di posizioni la sospensione va limitata a quelle per le quali appaia evidente la sussistenza dei vizi -nello stesso tempo la sentenza enuncia importanti principi in materia di nullità dell´atto amministrativo.