Chiave di ricerca: condominio

INTERVENTI EDILIZI, ATTIVITA’ EDILIZIA LIBERA E CONSENSO DEL CONDOMINIO

T.A.R. Campania-Napoli, Sez. VIII^, sentenza 26 febbraio 2016, n° 1077
Nella pronuncia qui pubblicata il Tribunale ha compiuto un excursus sugli interventi edilizi ritenuti “liberi” in base all’art. 6 del D.P.R. n° 380/2001, con particolare riguardo alla manutenzione straordinaria, dichiarando illegittima la sanzione comminata dal Comune ai sensi dell’art. 37 del Testo Unico Edilizio che è riferita solo all’assenza di D.I.A. o S.C.I.A. mentre qui, per l’appunto, l’attività era libera.

OPPOSIZIONE ALLA SOPRAELEVAZIONE NEI CONDOMINI

Sentenza Corte di Cassazione, Sez. II^ Civile, 5 ottobre 2012, n° 17035
I condomini che intendano opporsi alla sopraelevazione pregiudizievole del fabbricato possono agire in giudizio entro il termine di vent´anni dall´opera. L´art. 1127 del Codice Civile consente al proprietario esclusivo del lastrico solare di elevare nuovi piani o nuovi fabbriche, ma i rimanenti condomini possono opporsi qualora questa elevazione turbi le linee architettoniche dell´edificio condominiale, ovvero determini diminuzioni notevoli di aria o di luce. L´azione giudiziale, nel caso, va esperita entro il termine di vent´anni e può consistere nella domanda reale di restitutio in integrum.