Chiave di ricerca: giurisdizione

GIURISDIZIONE IN MATERIA DI APPLICAZIONE DELL’ART. 42 bis T.U. Espropriazioni

Consiglio di Stato, Sez. IV^, sentenza 4 dicembre 2015, n° 5530
Un particolare profilo di interesse in tema di applicazione dell’acquisizione sanante di cui all’art. 42 bis D.P.R. n° 327/2001 è quello relativo al giudice competente a conoscere le relative controversie. Qualora infatti venga in discussione esclusivamente la quantificazione dell’importo dovuto al privato in applicazione dell’art. 42 bis la giurisdizione è dell’Autorità giudiziaria ordinaria, come recentemente statuito anche dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con sentenza n° 22096/2015.

GIURISDIZIONE IN TEMA DI CONCESSIONI E CANONI

Sentenza Corte Cassazione, Sez. Unite Civili, 9 novembre 2012, n° 19390
La normativa processuale amministrativa stabilisce che l´Autorità Giudiziaria Ordinaria è competente per tutte le controversie concernenti indennità, canoni ed altri corrispettivi. Nel caso in cui, però, pregiudizialmente alle questioni su indennità e canoni debba essere operata un´indagine sul contenuto del rapporto tra P.A. e privati e sugli atti posti in essere dall´Ente concedente nel corso dello svolgimento del rapporto, la giurisdizione appartiene in via esclusiva al Giudice Amministrativo.

USUCAPIONE NELL´AMBITO DELL´ESPROPRIAZIONE PER P.U.

Sentenza T.A.R. Puglia – Lecce, Sez. I^, 21 febbraio 2013, n° 384
Nel caso in cui nella controversia pendente in materia di espropriazione per p.u. venga formulata domanda riconvenzionale tesa ad ottenere l´accertamento dell´intervenuta usucapione, la domanda stessa è di competenza del Giudice Amministrativo dal momento che la richiesta di accertamento si inserisce nell´ambito di una materia nella quale è assegnata al G.A. la giurisdizione esclusiva, come recita l´art. 53 del T.U. Espropriazioni n° 327/2001.

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA ED USURPATIVA

Sentenza Cons. Stato, Sez. V^, 24 aprile 2013, n° 2279
La distinzione tradizionale tra occupazione acquisitiva ed usurpativa -quest´ultima si ha quando manchi ab origine la dichiarazione di pubblica utilità- ha perso sostanzialmente di significato sia per quanto concerne la giurisdizione, che oramai residua al Giudice Ordinario solo quando manchi del tutto la dichiarazione di p.u. mentre in tutti gli altri casi è del Giudice Amministrativo, sia per quanto concerne il termine di prescrizione, visto che in entrambi i casi si è in presenza di illecito permanente. Un significato, però, permane nella distinzione relativamente alla individuazione del dies a quo di commissione dell´illecito ad opera della P.A., in quanto nell´occupazione usurpativa l´illecito è sin dall´origine, mentre nell´occupazione appropriativa l´illecito decorre dal giorno della scadenza dell´occupazione legittima.