AMC

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OPERE PUBBLICHE

Corte di Cassazione, Sez. Unite Civili, ordinanza 13 luglio 2017, n° 17324
Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, in sede di regolamento di giurisdizione, hanno compiuto un’importante distinzione tra i “comportamenti materiali” posti in essere nell’esecuzione di un’opera pubblica, o comunque nell’adempimento di un pregresso provvedimento amministrativo, e le scelte che invece attengono alla discrezionalità della P.A. nell’individuazione dell’opera e sulle sue caratteristiche, o nell’esplicitazione dell’interesse pubblico perseguito. I “comportamenti materiali” sono sempre di competenza del Giudice Ordinario perché non costituiscono attuazione della scelta discrezionale ma una semplice modalità esecutiva, rispetto alla quale le determinazioni amministrative espressive di facoltà e di scelte discrezionali costituiscono un mero antecedente storico, senza assumere rilievo ai fini dell’individuazione del Giudice competente.

Ricerca


Inserisci chiavi di ricerca all'interno del form e segui i suggerimentii

Risorse:

Clicca per scaricare gli allegati al testo.

Sezione / Materie:

L'articolo è pubblicato nella sezione: news (264)

Diritto Amministrativo:

processo amministrativo (49)

Diritto dei Beni Immobili:

pubbliche (12) - opere (12)

Clicca per visualizzare gli articoli della materia

Parole chiave:

Parole chiave associate all'articolo. Clicca per navigare i contenuti associati

comportamenti materiali della P.A. (1) - giurisdizione del Giudice Ordinario (1) - realizzazione dell'opera pubblica (1) - scelte discrezionali (1)