AMC

RISARCIMENTO DEL DANNO PROVOCATO DALLA P.A.

Sentenza T.A.R. Puglia – Lecce, Sez. I^, 11 maggio 2015, n° 1477
Nel caso specifico vi era stato ricorso per accertare l’obbligo di provvedere da parte del Comune sul rilascio di una concessione demaniale marittima e per la condanna al risarcimento dei danni provocati dal tardivo provvedimento. Ebbene, l’obbligo di provvedere è stato accertato, ma il risarcimento del danno non è stato riconosciuto in quanto non si è avuta la dimostrazione concreta del pregiudizio subito dalla Parte. La Parte ricorrente avrebbe dovuto provare che, per effetto del ritardo nell’emanazione del provvedimento (che poi fu di diniego), ha tenuto immobilizzati i propri capitali destinati al progetto sul quale aveva formulata istanza di concessione, perdendo la possibilità di investire diversamente quegli stessi capitali. La domanda generica, invece, non è sufficiente per il risarcimento.

Ricerca


Inserisci chiavi di ricerca all'interno del form e segui i suggerimentii

Risorse:

Clicca per scaricare gli allegati al testo.

Sezione / Materie:

L'articolo è pubblicato nella sezione: news (264)

Diritto Amministrativo:

processo amministrativo (49) - risarcimento verso la P.A. (24) - concessioni amministrative (23) - silenzio della P.A. (3) - risarcimenti (2) - obbligo di provvedere (1)

Clicca per visualizzare gli articoli della materia

Parole chiave:

Parole chiave associate all'articolo. Clicca per navigare i contenuti associati

amministrazione (3) - danno (10) - economico (1) - pregiudizio (1) - prova (4) - risarcimento (15) - ritardo (2)